Intervento cataratta Forlì

Nell’occhio vi sono due lenti una esterna, la cornea, ed una interna, il cristallino. Quest’ultimo ha il compito di far convergere i raggi luminosi sulla retina, indipendentemente dalla distanza degli oggetti che stiamo guardando. Risulta evidente che esso deve essere perfettamente trasparente, altrimenti la luce non perverrà in maniera adeguata sulla retina ed il paziente non avrà la possibilità di vedere correttamente. Dunque, la cataratta è una opacizzazione del cristallino

Intervento cataratta ForlìSe non vi sono altre patologie, dopo un intervento di cataratta a Forlì si torna a vedere bene sia da vicino che da lontano, senza occhiali, come quando si aveva meno di 40 anni.

La Dott.ssa Cristina Bovone esegue interventi di cataratta a Forlì e dintorni.

Che cos’è l’intervento della cataratta nel nostro studio di Forlì?

L’intervento consiste nell’asportazione della parte di cristallino diventata opaca e nell’impianto di una lente sostitutiva in materiale plastico (cristallino artificiale o IOL, Intra Ocular Lens). Nella maggior parte dei casi non sono necessari punti di sutura.

E’ possibile utilizzare anche lenti con caratteristiche particolari:

  • Multifocali, ossia capaci di mettere a fuoco a due distanze, una da lontano e una da vicino
  • Toriche, che consentono di correggere l’astigmatismo, difetto visivo congenito per cui gli oggetti appaiono distorti e sfuocati, sia da lontano sia da vicino
  • Asferiche, la cui forma più curva nel centro e piatta ai bordi, compensando i naturali difetti della cornea, permette una visione migliore in qualsiasi situazione migliorando la sensibilità al contrasto
  • Filtrate, che grazie a speciali pigmenti assorbono e filtrano i raggi dannosi per la retina, tra cui quelli solari ultravioletti.

L’intervento di cataratta, nello studio di Forlì, richiede un’anestesia locale con apposito collirio e viene effettuato in sale operatorie appositamente attrezzate per la day surgery.

Intervento cataratta ForlìIl trattamento della cataratta a Forlì è doloroso o pericoloso?

Oggi l’intervento di cataratta non è pericoloso, è indolore, in anestesia locale con gocce, di breve durata.
E’ effettuato sotto microscopio operatorio e richiede una sufficiente collaborazione del paziente. E’ sempre consigliabile non rinviare eccessivamente il momento dell’intervento per evitare che la cataratta assuma una consistenza troppo elevata.

Quali pazienti possono effettuare il trattamento della cataratta?

La maggior parte degli oculisti consiglia l’intervento chirurgico quando la cataratta inizia a compromettere la qualità della vita o a interferire con le normali attività quotidiane, come leggere o guidare di notte.

Il paziente deve sospendere l’assunzione di farmaci controindicati e instillare regolarmente i colliri prescritti.
E’ necessario presentarsi con il viso perfettamente lavato, senza trucco, accompagnati. E’ richiesta la presenza domiciliare di una persona valida e responsabile almeno per la prima notte.

Richiedi subito informazioni per interventi alla cataratta a Forlì!

* Ho letto l'informativa sulla privacy e Autorizzo al trattamento dati

Ospedali privati Forlì Villa Igea
Viale Antonio Gramsci 42-44 Forlì
tel. 0543-419512 / 0543-419574
Clinica Paideia
via Vincenzo Tiberio 46 Roma
tel. 06-83600600
Ambulatorio See.Med
via Francesco Redi 5 Roma
tel. 06-86200604
Clinica Madonna della Fiducia
Via Alfredo Baccarini 54 Roma
tel. 06-78462524
Studio Medico Due Ponti
Viale Pietro Toselli 43 Siena (contatto via mail)

Martedì presso Villa Igea Forlì
Giovedì presso Clinica Madonna della Fiducia di Roma
Venerdì mattina presso Clinica Paideia di Roma
Venerdì pomeriggio presso Ambulatorio See.Med di Roma

La scrivente fornisce, di seguito, le informazioni riguardanti l’utilizzo dei dati personali da Lei rilasciati attraverso la compilazione di questo form, in osservanza alle norme di cui al Regolamento UE 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (noto anche come GDPR).

I dati concernenti la Sua persona, da Lei spontaneamente forniti tramite la compilazione di moduli informatici, vengono raccolti esclusivamente per consentire il contatto con l’azienda e, eventualmente, eseguire il contratto con Lei concluso. Il conferimento, da parte Sua, dei dati in parola ha natura obbligatoria; il suo eventuale rifiuto non ci permetterà di fornirLe il prodotto/servizio da Lei richiesto (potenzialmente esponendoLa a responsabilità per inadempimento contrattuale) e, comunque, di evadere la Sua richiesta.

All’interno della nostra struttura potrà venire a conoscenza dei dati solo il personale incaricato di effettuare operazioni di trattamento dei dati stessi, sempre per le citate finalità. Le ricordiamo inoltre che, facendone apposita richiesta al titolare del trattamento, potrà esercitare tutti i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del predetto Regolamento UE, che Le consentono, in particolare, la facoltà di chiedere l’accesso ai dati personali e di estrarne copia (art. 15 GDPR), la rettifica (art. 16 GDPR) e la cancellazione degli stessi (art. 17 GDPR), la limitazione del trattamento che La riguardi (art. 18 GDPR), la portabilità dei dati (art. 20 GDPR, ove ne ricorrano i presupposti) e di opporsi al trattamento che La riguardi (artt. 21 e 22 GDPR, per le ipotesi ivi menzionate e, in particolare, al trattamento per finalità di marketing o che si traduca in un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano, ove ne ricorrano i presupposti).

Le ricordiamo, altresì, il Suo diritto, qualora il trattamento sia basato sul consenso, di revocare detto consenso in qualsiasi momento, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca; per fare ciò, può disiscriversi in ogni momento contattando il titolare del trattamento ai recapiti pubblicati sul sito stesso. La informiamo, inoltre, del diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, quale autorità di controllo operante in Italia, e di proporre ricorso giurisdizionale, tanto avverso una decisione dell’Autorità Garante, quanto nei confronti del titolare del trattamento stesso e/o di un responsabile del trattamento.