Chirurgia Refrattiva Forlì

Chirurgia Refrattiva ForlìLa chirurgia refrattiva è volta a correggere i difetti refrattivi: miopia, astigmatismo, ipermetropia, anisometropia, presbiopia.

Lo scopo della chirurgia refrattiva è quello di aumentare la capacità visiva naturale, di eliminare o ridurre l’impiego degli occhiali e delle lenti a contatto, di migliorare la qualità di vita del paziente (Etica Professionale).

La chirurgia refrattiva a Forlì ha una storia più che ventennale, ed è comprovata la sua affidabilità ed efficacia permanente.

Oggi la vastità delle tecniche, la precisione delle apparecchiature e la grande esperienza chirurgica consentono di soddisfare la maggior parte dei pazienti. Tuttavia alcune persone non sono idonee per tale chirurgia. Le visite preliminari e gli esami strumentali specifici servono a valutare l’idoneità del paziente e a definire per ciascuno la tecnica chirurgica migliore.

A chi si rivolge la Chirurgia Refrattiva a Forlì

A tutti i pazienti portatori di un vizio di refrazione quale MIOPIA, ASTIGMATISMO, IPERMETROPIA, ANISOMETROPIA, PRESBIOPIA. Sono idonei all’intervento i pazienti che:

  • hanno raggiunto stabilità del difetto visivo
  • non sono portatori di glaucoma, flogosi oculari, malattie della cornea e in particolare di cheratocono
  • che non presentano patologie generali (diabete, collagenopatie, neuropatie)

Chirurgia Refrattiva ForlìVisita oculistica  chirurgia refrattiva Forlì

Fondamentale è la visita oculistica alla quale viene sottoposto il paziente per verificare il reale difetto visivo.

Attraverso l’anamnesi patologica e oculare si verifica lo stato di salute generale del paziente, l’esistenza di malattie pregresse a carico dell’occhio che potrebbero essere motivo di esclusione dall’intervento di chirurgia refrattiva, le terapie farmacologiche e i trattamenti terapeutici precedenti o in atto.

Durante la visita preliminare di chirurgia refrattiva la Dott.ssa Cristina Bovone approfondisce anche le motivazioni e le aspettative che spingono il paziente all’intervento, considerandone soprattutto le specifiche esigenze professionali e personali.

Nel corso della visita vengono eseguiti una serie di esami diagnostici strumentali con lo scopo di verificare l’idoneità del paziente a sottoporsi all’intervento. L’ esame oculistico completo comprende:

  • l’esame dell’entità del difetto refrattivo (refrazione soggettiva);
  • l’esame della refrazione in cicloplegia (la paralisi del muscolo ciliare presente nell’occhio) per escludere la componente accomodativa a carico del cristallino che può influire su una corretta misurazione;
  • gli esami strumentali di routine quali tonometria, pachimetria, topografia corneale, pupillometria;
  • possono essere effettuati anche microscopia endoteliale, biometria, aberrometria.

Acquisite tutte le informazioni, la Dott.ssa Cristina Bovone indicherà il tipo di chirurgia refrattiva (PRK, LASEK e LASIK) più adatto al singolo caso, presentando nel modo più chiaro gli aspetti dell’intervento e rispondendo alle domande che il paziente gli sottopone.

 

 

Richiedi subito informazioni per intervento di chirurgia refrattiva a Forlì!

* Ho letto l'informativa sulla privacy e Autorizzo al trattamento dati

Ospedali privati Forlì Villa Igea
Viale Antonio Gramsci 42-44 Forlì
tel. 0543-419512 / 0543-419574
Clinica Paideia
via Vincenzo Tiberio 46 Roma
tel. 06-83600600
Ambulatorio See.Med
via Francesco Redi 5 Roma
tel. 06-86200604
Clinica Madonna della Fiducia
Via Alfredo Baccarini 54 Roma
tel. 06-78462524
Studio Medico Due Ponti
Viale Pietro Toselli 43 Siena (contatto via mail)

Martedì presso Villa Igea Forlì
Giovedì presso Clinica Madonna della Fiducia di Roma
Venerdì mattina presso Clinica Paideia di Roma
Venerdì pomeriggio presso Ambulatorio See.Med di Roma

La scrivente fornisce, di seguito, le informazioni riguardanti l’utilizzo dei dati personali da Lei rilasciati attraverso la compilazione di questo form, in osservanza alle norme di cui al Regolamento UE 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (noto anche come GDPR).

I dati concernenti la Sua persona, da Lei spontaneamente forniti tramite la compilazione di moduli informatici, vengono raccolti esclusivamente per consentire il contatto con l’azienda e, eventualmente, eseguire il contratto con Lei concluso. Il conferimento, da parte Sua, dei dati in parola ha natura obbligatoria; il suo eventuale rifiuto non ci permetterà di fornirLe il prodotto/servizio da Lei richiesto (potenzialmente esponendoLa a responsabilità per inadempimento contrattuale) e, comunque, di evadere la Sua richiesta.

All’interno della nostra struttura potrà venire a conoscenza dei dati solo il personale incaricato di effettuare operazioni di trattamento dei dati stessi, sempre per le citate finalità. Le ricordiamo inoltre che, facendone apposita richiesta al titolare del trattamento, potrà esercitare tutti i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del predetto Regolamento UE, che Le consentono, in particolare, la facoltà di chiedere l’accesso ai dati personali e di estrarne copia (art. 15 GDPR), la rettifica (art. 16 GDPR) e la cancellazione degli stessi (art. 17 GDPR), la limitazione del trattamento che La riguardi (art. 18 GDPR), la portabilità dei dati (art. 20 GDPR, ove ne ricorrano i presupposti) e di opporsi al trattamento che La riguardi (artt. 21 e 22 GDPR, per le ipotesi ivi menzionate e, in particolare, al trattamento per finalità di marketing o che si traduca in un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano, ove ne ricorrano i presupposti).

Le ricordiamo, altresì, il Suo diritto, qualora il trattamento sia basato sul consenso, di revocare detto consenso in qualsiasi momento, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca; per fare ciò, può disiscriversi in ogni momento contattando il titolare del trattamento ai recapiti pubblicati sul sito stesso. La informiamo, inoltre, del diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, quale autorità di controllo operante in Italia, e di proporre ricorso giurisdizionale, tanto avverso una decisione dell’Autorità Garante, quanto nei confronti del titolare del trattamento stesso e/o di un responsabile del trattamento.